.
Annunci online

quattrogatti

incubo

diario 11/10/2015

Trovo sul sito de “il Giornale” o “Libero” non ricordo bene dei sorprendenti risultati alla domanda «Voi vi fidate a comprare prodotti tedeschi»? No: 73%; Sì: 27%. Questo sembra un risultato incompatibile col numero di Mercedes, VW etc., e BMW presenti sulle strade. Si tratta ovviamente di un effetto del dieselgate, ma anche del sistema comunicativo nell’era internet. Ai tempi d’Erasmo si comunicava in latino tra pochi eletti; oggi con tutti che eletti (al par di Renzi) non sono. Lo stesso giorno sullo stesso giornale Filippo Facci pubblicava u’acuta nota dal titolo”Parlare in televisione è diventato un incubo. Non è importante quello che hai detto, è importante quello che lo spettatore più ignorante può aver capito: il parametro è lui, comanda lui, se lui ha frainteso la colpa andrà a te. Due esempi. Circola un video in cui si vede don Gino Flaim, parroco a Trento, sotto il titolo «Prete giustifica la pedofilia»; poi, se ascolti, non giustifica nulla, anzi, dice «i pedofili non li giustifico» ma esprime comunque un concetto troppo elaborato (per la tv) e osa attribuire anche un ruolo a certi bambini «che se non trovano affetto in famiglia lo cercano altrove». Don Flaim sa di che parla, ma tanti spettatori no: così ha scoperto a 75 anni di essere un cattivo comunicatore televisivo. Ha rischiato la stessa fine Ernesto Galli Della Loggia, la cui immagine, ieri, troneggiava sotto il titolo «La bomba su Hiroshima? Io l'avrei fatto»; altri siti hanno preferito «Giusto usare la bomba su Hiroshima»; poi, se ascolti, scopri che ha solo detto che, nei panni di chi l'ha buttata, «forse avrei deciso la stessa cosa». Ma è mancato il tempo (in tv) per spiegare che nel 1945 l'obiettivo era quello di chiudere la guerra il prima possibile, risparmiando le vite dei civili e dei soldati alleati (e giapponesi) che sarebbero morti a centinaia di migliaia nella prevista invasione del Giappone. Galli Della Loggia sa di che parla, tanti spettatori no. Sicché Don Flaim giustifica la pedofilia. E il professor Galli Della Loggia è un pazzo guerrafondaio.



permalink | inviato da albertolupi il 11/10/2015 alle 8:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Blog letto1 volte

Categorie
tags
teologia psicologia metafisica musica letteratura italiana turismo pubblica istruzione massoneria politica storia comunismo storia romana quota filosofia e scienza cultura storia naturale linguistica assolutismo legislazione scienza mucica classica religione cultura classica storia dell'arte fisica clasici politica italiana liberalismo scuola riforma protestante eritrea romanticismo italiano sacerdozio iter economia chiesa antimodernismo astroomia economia capitalismo indoeropei relgione grecia antica luoghi mitici letteratura cristianesimo italia giovani
Link
Questa pagina non costituisce testata giornalistica, non ha, comunque, carattere periodico essendo aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali ivi contenuti e dall'uzzolo dell'autore. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001. In essa segno (ossia è un log di navigazione) le cose interessanti che ho pensto in risposta a domande che vedo fare dagli utenti di siti web. È uno sguardo alla realtà dato in libertà intellettuale e senza preconcetti, con una grande curiosità… ma non “ad ogni costo”. È benvenuto chiunque sia educato e curioso. Commenti assennati saranno inegrati nelle varie voci.