.
Annunci online

quattrogatti

il monoteismo e l'antropomorfismo

diario 3/6/2009

Antropomorfismo è un termine che deriva da due etimi greci, ?νθρωπος (anthropos), "umano", e μορφ? (morphe), "forma".

 
L'antropomorfismo è l'attribuzione di caratteristiche e qualità umane a ciò che non è umano. In particolare, in campo religioso, l'antropomorfismo è una rappresentazione di Dio a immagine dell'uomo, con aspetto fisico ed emozioni – come gelosia, ira e amore – umani. Mentre le religioni politeistiche presentano prevalentemente divinità antropomorfiche, quelle monoteistiche in genere ritengono sia sconveniente attribuire tratti umani a un Dio onnipotente e onnipresente.
 
In filosofia e in teologia si usano concetti e termini apparentemente antropomorfici perché è impossibile pensare Dio senza attribuirgli tratti umani. Nella Bibbia, ad esempio, gli si attribuiscono caratteristiche ed emozioni umane, ma allo stesso tempo egli è pensato come trascendente. Nell'arte e nella letteratura per antropomorfismo si intende la rappresentazione di oggetti naturali, quali animali e piante, come se fossero esseri che parlano, ragionano e sentono in modo simile all'uomo.
 
L'antropomorfismo fisico è riscontrabile soprattutto nelle religioni “primitive” e politeiste e caratterizza in particolar modo la mitologia egizia. Esempi di antropomorfismo spirituale (o antropopatismo) ricorrono sovente nella mitologia greco-romana, nelle quali le divinità mostrano atteggiamenti e provano sentimenti legati alla sfera umana.
 
Non sono mancate nel corso della storia sette antropomorfite, come un gruppo nell'Egitto del IV secolo ed un gruppo nella Chiesa cattolica romana del X secolo, considerate eretiche per la loro interpretazione letterale del passo biblico della Genesi 1,27 "Dio creò l'uomo a sua immagine"
 
Anche se la tendenza ad una rappresentazione simbolica del divino ha permeato l'esperienza religiosa umana, la polemica anti-antropomorfica, già presente nei filosofi greci, primo fra tutti Senofane, fu approfondita all'interno dell'Islamismo e dell'Ebraismo.
 
Anche nel Cristianesimo vi fu un atteggiamento ostile verso le rappresentazioni fisiche del divino, sfociato nell'iconoclastia, e dal lato spirituale-psicologico un ripudio della pretesa della conoscibilità di Dio, come nella teologia negativa dello Pseudo-Dionigi.
 
Resta ovviamente da considerare che il modo di rappresentare gli atteggiamenti (qualunque cosa quest’espressione voglia dire) divini da parte di chi è umano i termini non umani è impossibile.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. relgione

permalink | inviato da albertolupi il 3/6/2009 alle 11:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Blog letto1 volte

Categorie
tags
massoneria indoeropei pubblica istruzione storia letteratura italiana chiesa musica linguistica astroomia psicologia cultura iter letteratura religione cultura classica economia capitalismo liberalismo giovani italia cristianesimo relgione teologia turismo antimodernismo economia scuola scienza storia dell'arte storia naturale riforma protestante assolutismo mucica classica romanticismo italiano comunismo eritrea sacerdozio clasici filosofia e scienza quota legislazione luoghi mitici storia romana metafisica grecia antica fisica politica politica italiana
Link
Questa pagina non costituisce testata giornalistica, non ha, comunque, carattere periodico essendo aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali ivi contenuti e dall'uzzolo dell'autore. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001. In essa segno (ossia è un log di navigazione) le cose interessanti che ho pensto in risposta a domande che vedo fare dagli utenti di siti web. È uno sguardo alla realtà dato in libertà intellettuale e senza preconcetti, con una grande curiosità… ma non “ad ogni costo”. È benvenuto chiunque sia educato e curioso. Commenti assennati saranno inegrati nelle varie voci.